La maggior parte delle attualità non vengono tradotte in italiano ma possono essere lette in francese, inglese o tedesco.

Riservate la data del ottavo Colloquio di maggio che avrà luogo a Berna i 4 e 5 maggio 2017 sul tema: "I diritti del bambino in situazioni di migrazione in Svizzera: protezione, prestazioni, partecipazione” (francese).

The Massive Open Online Course (MOOC) "Children’s human rights: interdisciplinary introduction" is now available on Coursera! An e-training  by the Center for Children's Rights Studies of the University of Geneva in collaboration with the IDE.

La Rete svizzera dei diritti del fanciullo, di cui fa parte l’IDE, pubblica il bilancio 2016 dell’applicazione delle raccomandazioni del Comitato ONU per i diritti del fanciullo alla Svizzera (Concluding Observations, Cobs).

Nuovo materiale didattico a disposizione degli/le insegnanti e gli alunni in Svizzera! Tema 2016: il bullismo a scuola.

L'IDE a aperto una versione molto semplificata del suo sitio internet en italiano. Obiettivo primario: distribuire del materiale pedagogico en Svizzera italiana.

Il Consiglio federale ha deciso di creare un’istituzione nazionale per i diritti umani in Svizzera!

La povertà non può giustificare a lei sola l’allontanamento di un bambino dalla sua famiglia, editoriale di Clara Balestra (Fondation Sarah Oberson).

«I minori non accompagnati sono in primo luogo dei giovani e dei bambini, nient’altro». Comunicato stampa dell’Alleanza per i diritti dei bambini migranti.

I bambini delle città svizzere godono di pari opportunità? Domanda posta da Clara Balestra nell’articolo della settimana.

In Svizzera, dei bambini sono posti in detenzione solamente a causa del loro statuto migratorio. Uno studio di Terres des hommes, presentato da Aline Sermet in questo editoriale, fa il punto sulla situazione.